Una preziosa check list per valutare il proprio Time management

Perla di Massimo Brizzi 

Ecco una veloce check-list di verifica dell’efficienza del nostro SELF-MANAGEMENT relativo alla risorsa TEMPO:

 

  • nella nostra giornata lavorativa ricorrono pensieri come:
    “accidenti mi sono scordato di…..”
    “devo aumentare la mia (o del mio gruppo) produttività”
    “continuano ad interrompermi”
    “non riesco a trovare mai il documento (il file) che mi serve”?
  • Rimandiamo spesso a domani compiti e attività che non siamo riusciti a svolgere?
  • Riceviamo spesso deleghe improprie da parte di colleghi e collaboratori?
  • Ci capita di accorgerci improvvisamente di essere in ritardo sul raggiungimento di un obiettivo?

 

Per non rispondere sì a ciascuna di queste domande, è importante padroneggiare il metodo  TIME MANAGEMENT 80/20 che consiste nel:

  • definire gli OBIETTIVI e le PRIORITA‘,
  • pianificare e programmare le attività,
  • analizzare i progressi compiuti in relazione agli OBIETTIVI,
  • valutare costantemente il livello di efficienza dell’utilizzo del proprio TEMPO e di quello del proprio gruppo.

Per farlo un importante supporto è il nostro  Corso TIME MANAGEMENT 80/20

Corso TIME MANAGEMENT 80/20

E’  TEMPO di diventare più EFFICACI!

 

 

Le notevoli sollecitazioni a cui le aziende sono sottoposte richiedono al MANAGEMENT di migliorare costantemente l’abilità di gestire il proprio tempo e quello dei collaboratori. Il tempo è una risorsa scarsa che si consuma anche se non la utilizziamo. Per usarlo efficacemente è quindi importante migliorare il nostro comportamento in relazione ad esso (SELF-MANAGEMENT).

 

Quali sono i motivi dell’importanza di queste quattro capacità?

 

Definire chiaramente gli OBIETTIVI e le PRIORITÀ permette di indirizzare il lavoro proprio e dello staff  in modo efficace e di aumentare nei collaboratori la MOTIVAZIONE  a lavorare per il loro raggiungimento.

 

Pianificare e programmare le attività di ciascuno consente a tutto il gruppo di sapere quotidianamente “cosa fare” e “cosa fare prima” e come questo contribuisce al raggiungimento degli OBIETTIVI di breve, medio e lungo periodo.

 

Analizzare periodicamente questa “lista” di attività e verificarne congruenza ed efficacia in relazione al raggiungimento o meno degli OBIETTIVI permette al MANAGER di:

  • controllare costantemente il grado di avvicinamento all’obiettivo, in linea con il principio “puoi controllare ciò che puoi misurare”
  • rivedere le priorità e redistribuire i compiti e le attività nel gruppo.

 

Verificare l’efficacia delle modalità di utilizzo del tempo da parte del gruppo consente di individuare le possibili inefficienze, le azioni correttive da apportare e la giusta quantità di tempo da allocare per le diverse attività in relazione alle PRIORITÀ.

Share This